,

Questa sera SUSHI

stasera..stasera…SUSHI!

si può preparare tranquillamente a casa (ma bisogna avere una certa abilità culinaria e sopratutto tempo), oppure prenderlo direttamente dalla susheria!

Ma Quindi che ricetta è? Be è un modo diverso e simpatico di mangiare pesce e sopratutto, permette di convincere i più giovani ragazzi ad avvicinarsi al mondo del pesce.

MA IL SUSHI È PESCE? MA SOPRATUTTO È UN PIATTO DIETETICO?

Molti pazienti mi chiedono e mi fanno questa domanda. Mangiare sushi vuol dire utilizzare il super bonus “piatto libero”?

DIPENDE!!!!

se si tratta di sushimi ( piatto a base di pesce crudo), assoluta si può consumare anche diverse volte alla settimana, senza andare ad intaccare i pasti liberi, questo perché si tratta di pesce in crudite. Condito, arrotolato..ma solo di pesce di tratta.

Mentre i rolls sono tut t’altro discorso.

Il sushi rolls sono composti da riso bianco amalgamato con glucosio e pesce. Questa composizione aumenta notevolmente L indice glicemico del piatto, rendendolo un pochino più svantaggioso come pietanza serale (consiglio di consumarlo a pranzo).

quindi al massimo 1volta alla settimana è più che sufficiente….cercando di evitare rolls conditi con maionese e salse o con tempura.

Calorie

Tenendo presente che la porzione minima di sushi è almeno due o tre “palline”, o “quadratini” di riso, facciamo il conto delle calorie: in ogni pallina ci son circa 10g di riso, quindi a tre palline, equivalenti a 30 g corrispondono 90 kcal. A queste vanno sommate le calorie del ripieno (non considerando le piccole quantità di verdure pressocchè acaloriche) che variano a seconda che si tratti di :

  • salmone  20 Kcal/pz x 3 = 60 kcal,
  • tonno fresco 31Kcal /pz x 3= 93;
  • omelette 26 kcal/pz x 3 = 78 Kcal;
  • gambero 24 kcal/pz x 3 = 72 Kcal.

Quindi una porzione di sushi conterrà in media dalle 150 Kcal (90Kcal + 60 Kcal) alle 183 Kcal (90Kcal + 93 kcal); molto poco se consideriamo che un pranzo o una cena all’italiana costano almeno il doppio delle calorie.

Quindi a livello calorico ci siamo a livello glicemico un po’ meno.

 

Sushi e dieta mediterranea

In una dieta equilibrata come quella mediterranea il sushi è ben accetto. Infatti il riso è  fonte di zuccheri complessi  il cui introito giornaliero dovrebbe essere pari al 45% delle calorie totali e il consumo di pesce, fonte di proteine la cui percentuale è pari a 25 sul totale, viene consigliato almeno tre volte a settimana.

PER CUI, 1 volta alla settimana….ci sta!

SENZA GIOCARSI A PIENO IL BONUS (sushi e sushimi, accompagnato da tè verde).