Carissimi/e…

ecco qua arrivare Dicembre, il mese del terrore Dietetico…il mese dei banchetti e delle feste e delle ceste piene di ogni leccornia….

ma non quest’anno, non in questo Anno 2020, così difficile e diverso!

Ho pensato di scrivere questo post dopo un colloquio con una mia paziente, che ha deciso di iniziare un percorso dietetico e di ripresa della forma fisica proprio nel mese di DICEMBRE…(cosa impensabile anno scorso) dicendomi “SE NON LO FACCIO QUEST’ANNO, NON LO FARO’ MAI PIU’!!

PERCHE’ COS’HA QUEST’ANNO? CHE COSA SUCCEDE?

semplicemente, nella tristezza e nella negatività del periodo che si ta vivendo, qualcosa di positivo si può trarre…l’opportunità di riprendere in mano la propria vita dietetica e sportiva e concentrarsi sulla propria salute.

Inutile e controproducente fissarsi sui punti negativi di queste festività…invece indispensabile valorizzare i lati positivi per trarne forza ed entusiasmo…

ECCO QUA COSA HO TROVATO…

  1. RISTORANTI CHIUSI ALLE 18 E NUMERO COMMENSALI RISTRETTO. il problema del “mantenere la linea” durante i 20 giorni natalizi, era associato sopratutto alle milioni di occasioni di conviviali che si presentavano con amici, colleghi, ex colleghi e compagni di palestra e sport. Ad oggi il problema è stato eradicato alla radice..al massimo si può pensare ad un caffè con 3-4 persone o ad un saluto veloce ad un parco. Il numero di persone da salutare è inevitabilmente ristretto….come anche le calorie ingerite!
  2. 25 E 26 DICEMBRE…COME IL 31 E 1 GENNAIO….Assolutamente da interpretare come pasti liberi della settimana. Non ci sono sovrapposizioni, il pranzo del 25 dicembre può essere organizzato come il classico pranzo della domenica, dove si consiglia di assaggiare un po di tutto ma in dimensioni ristrette e sopratutto senza il classi “giro doppio”. Un antipasto, un primo condito bene e ovviamente una ciotola di verdura!Ma..nella settimana del Natale e del Capodanno…meglio saltare la classica pizza/birra del sabato sera…in pratica il pranzone di Natale ne prende il posto!
  3. NIENTE VACANZE IN MONTAGNA O ALL’ESTERO!Brutta, bruttissima situazione, ma, voglio eliminare del tutto la negatività per promuovere il lato positivo della situazione. Dunque, non si va via, e quindi, a parte il risparmio di denaro, possiamo organizzare il tempo libero per svolgere più movimento possibile. Movimento organizzato all’aria aperta (bici/corsa/camminata) o movimento libero con la propria famiglia (passeggiate al mare, passeggiate in collina). Il freddo non deve spaventare, è solo necessario avere indumenti tecnici e specifici!
  4. NO MEGA PARTY O CENONI O PRANZONI. Questo è assolutamente un punto a nostro favore … pochi incontri e pochi “rimanenza”! I panettoni non saranno tanti per cui….la gestione degli avanzi sarà molto meno complicato degli anni precedenti….

E DOPO?

E il dopo in questa situazione NON C’è. Il dopo, è come un DOPO di un qualsiasi pasto libero. Semplicemente bisogna riprendere la routine senza troppi indugi o sensi di colpa.

Ma se proprio ci si sente appesantiti….meglio programmare due/tre giorni di depurazione da troppi grassi e proteine e zuccheri semplici… e consiglio: vellutate/ minestroni e cereali interi bolliti senza alcol!!!

 

DAI UN PO’ DI POSITIVITA’….C’è E BISOGNA CERCARLA E TROVARLA!

ASPETTANDO TEMPI MIGLIORI….

MARTA