,

…sono mamma, sono lavoratrice e ho quasi 40 anni!MA HO OBIETTIVI SPORTIVI….

corri Forest corri…

questo potrebbe essere stato il mio motto da maggio a novembre….unico obiettivo riprendere in mano la mia condizione fisica e migliorare il mio stato di allenamento per affrontare al meglio..la MARATONA DI RAVENNA!

Terzo anno e terza volta che affronto la Maratona di Ravenna, dai 10 km ai 21 km, ma ovviamente sempre in condizioni diverse: da 1 a 2 figli, da 34 anni a 38 anni!!! Dettagli, sono dettagli, ma che possono incidere notevolmente sulla condizione fisica e psicologica di una persona…e sopratutto sul tempo libero disponibile per organizzare un allenamento settimanale idoneo e adeguato.

Quest’anno sono riuscita a concludere i miei 21 km con un tempo di 1 ora e 50 minuti netti (quasi 2 minuti in meno rispetto al 2016!!!). Contentissima anche se pago ancora le conseguenze….sopratutto su tendini e legamenti!

Voglio e ho scritto questo post, non tanto per vantarmi (anche se un pochino dentro di me sono orgogliosa di quello che sono riuscita a concludere!!!), ma perché vorrei essere d’ispirazione a tante donne o mamme, che in molti casi pensano di NON avere più tempo per affrontare certe imprese e tanto meno il fisico.

Parliamoci chiaro, nulla viene dal nulla, se sono arrivata a questa condizione fisica è perché mi sono decisamente fatta “un mazzo tanto” diverse e diverse giornate…allenandomi e incastrandomi il più possibile tra il lavoro e i figli e il marito (che esiste, fortuna che esiste!!).

SE SEI MAMMA LAVORATRICE E PENSI DI NON AVERE TEMPO PER RIMETTERTI IN GIOCO….SBAGLI!!!BASTA TANTA DETERMINAZIONE E ORGANIZZAZIONE E TUTTO SI PUò OTTENERE!

Ecco come mi sono mossa io:

  1. OBIETTIVO. Fondamentale decidere e scrivere (scrivere proprio su un foglio su un’agenda…) un proprio obiettivo o più sottobiettivi che si vogliono raggiungere. Nel mio caso, il giorno 4 dicembre (quando è nata Adele, la mia seconda figlia) ho scritto ad un mio caro Amico (Simone, lui può testimoniare) che nel 2019 avrei corso la Maratona, 42 km! Ovviamente lui mi ha presa in parola e da allora abbiamo pianificato allenamenti e eventi sportivi per cercare di arrivare nella massima forma alla Maratona di Roma ad a aprile (ora che si avvicina la data sono sempre meno sicura….ma chissà)! La cosa importante è finalizzare le nostre azioni ad un obiettivo, creare attorno a questo obiettivo mini azioni che si manifestano settimanalmente. Intanto ho utilizzato questo obiettivo per rimettermi a correre e ripianificare la settimana sportiva. Con calma, senza esagerare. Chi parte ai 100 km/h poi non arriva alla fine. Bisogna essere consapevoli delle proprie capacità e piano piano incrementare. Ma non si parla solo di sport. A molte mie pazienti, consiglio di scegliere un paio di jeans stretto dall’armadio e porsi come obiettivo quello di richiuderlo!
  2. ORGANIZZARE LA SETTIMANA. L’altro punto essenziale o è stata l’organizzazione. Consigliata da un’esperta personal trainer (Giovanna Ventura), ho pianificato 3 allenamenti: uno corto con pesi (per stabilizzare la colonna e la postura), uno di corsa lunga (almeno 12 km) e 1 di nuoto. Ogni settimana in base ai miei impegni famigliari e lavorati inserivo in agenda (scrivevo proprio….sull’agenda) l’allenamento. La fortuna è stata quella di incontrare un vero compagno di avventura e di allenamento (Davide) che mi ha trascinato anche nei momenti di crisi. Mi sono accorta che con due figlie e un lavoro, allenarmi in serale era pressoché impossibile, per cui, ho deciso di anticipare il tutto al mattino presto, tipo 6.30….è fantastico!!!!Fantastico perchè si ha la possibilità di allenarsi e avere tutta la giornata a disposizione. Il trauma iniziale della sveglia poi viene compensata abbondantemente dal piacere successivo all’allenamento e al fatto che ci si è riusciti! Donne, se effettivamente non avete tempo questo è il modo giusto per crearselo in maniera super produttiva!Da domani, sveglia ore 6.15, lavata veloce, caffè e 2 biscotti e poi via, si parte per la corsa, per yoga, per camminata…alle 7.30 siete tornate e avete già fatto tutto!!!!e sarete SUPER CARICHE!!!!
  3. DETERMINAZIONE E VOLONTÀ’. Lo so, banalità. Lo so…sono parole che non dicono nulla. Ma vi posso assicurare che mille volte ho pensato di non farcela e di non averne voglia, ma la mia determinazione e voglia di FARE ha vinto…e mi ha portato a questo risultato. Ma non solo in termini di evento sportivo, anche in termini di fisico. In questi 7/8 mesi sono riuscita a ritornare al mio peso PRE gravidico con una massa muscolare molto più sostenuta. Nessuno mi ha regalato questa situazione, nessuno. Ho inserito mini sessioni di allenamento tra una pausa e l’altra, tra una doccia di una figlia e l’altra. Nel senso che a volte una persona pensa che meglio NON fare nulla che FARE poco…invece NO!!!! intanto ci siamo alzati dal divano, intanto ci siamo cambiati e intanto il Nostro cervello si sta muovendo verso il cambiamento!
  4. ALIMENTAZIONE. in ultimo il mio campo, quella della nutrizione. Certo fondamentale. Sapermi controllare anche a livello nutrizionale mi ha permesso di raggiungere certi obiettivi in poco tempo. Facendo sport, mi sono potuta concedere molte più cose rispetto ad un sedentario. In questi mesi ho capito che bisogna cercare di controllare le quantità e la frequenza: quindi mangiare sicuramente 5-6 volte al giorno (anche più spuntini al giorno che il pranzo o la cena è molto ritardata); porzioni piccole tipo 80 g di cereali/30 g di pane..; non eliminare nulla. Eliminare del tutto un alimento determina di tutta risposta una voglia irrefrenabile di inserirlo. Per cui, care mamme, è inutile impostare uno schema SENZA PASTA, SENZA PANE, SENZA CIOCCOLATA, se poi si passano le giornate a pensare a queste cose!!! Si possono mangiare e inserire nell’arco della settimana, ma in quantità giuste e orari giusti. La privazione generalmente non porta mai a dei buoni risultati.

bene, detto questo, cose semplici, dirette, cose che vengono dal cuore….non mi resta di sperare di incontrare molta più gente in darsena alle 6.30 a correre e darci un 5 con le mani.

BUONA PROGRAMMAZIONE A TUTTE….

Ringrazio tantissimo i miei compagni di avventura che mi hanno dato tanto energia e carica!!Davide, Simone, Cristian, Giovanna e Pelle!