S.O.S STABILITÀ MENTALE DURANTE IL CORONA 👑

Finalmente mi ritrovo 30 minuti liberi per poter “acchiappare “ il tablet e scrivere qualcosa.

incredibile, scrivere TROVAR TEMPO, in un momento in cui di tempo se ne ha fin troppo e se ne dovrebbe avere!!!

La quarantena con 2 bambine, 5 e 2 anni, e marito di rientro al lavoro (fanno gruppi alterni), non è per nulla una passeggiata (non voglio assolutamente dire che la reclusione per chi non ha figli è simpatica, non è bella per nessuno!). Nel MIO PERSONALE CASO, è una rincorsa continua alla ricerca di STABILITÀ/TRANQUILLITÀ …E TEMPO!

Tempo per me, tempo per non sentirmi continuamente chiamare, tempo per non inventarmi giochi o attività…le due bestioline stanno lievitando giorno dopo giorno come il lievito madre…mi sembrano raddoppiano dall’inizio e non voglio neanche immaginare a Pasqua cosa mi sembreranno.

Come tutte e tutti, ogni giorno, speravo di aver tempo per stare con loro, passare sempre più tempo con loro…e ora che lo posso fare..BANG…..mi sembra di essere in gabbia! Sensazione stranissima e molto difficile da dire e scrivere, ma è così, almeno per me, e forse anche per tanti altri che si ritrovare senza FAR NULLA!!!!

Ho perso completamente la mia routine: non vado in ambulatorio quotidianamente, non corro, non nuoto, non porto le bambine a scuola, non vedo i miei genitori…tutti i pilastri, le sicurezze su cui avevo costruito la mia quotidianità…ANDATI!
I questa situazione, dove i punti fermi saltano, a volte prendono il sopravvento abitudini, tendenze NON DEL TUTTO SALUTARI.

ESEMPI:

1) SPILUCCAMENTO COMPENSATIVO. ci si può ritrovare a mangiare continuamente, smangiucchiare per la noia, per la mancanza di qualcosa, di qualche attività costante;

2) TRASCURATEZZA. Atteggiamento classico di chi non deve uscire,  in deve farsi vedere e si trascura nell’ aspetto. Atteggiamento molto negativo, non crea positività mentale;

3) IRRITAZIONE IRREQUIETEZZA.Mancanza di piani, di obiettivi, di attività possono far nascere questi atteggiamenti anche contro persone amate (figli);

4) DIVANITE. Mancanza di movimento organizzato. Niente, divano e copertina. Mancanza di stimoli.

Questi possono essere solo alcuni degli atteggiamenti devianti che si possono innescare quando la nostra routine viene destabilizzata.

QUINDI CHE FARE?
Una cosa che potrebbe aiutarci anche in questi momenti lunghi e persi, potrebbe essere la compilazione di un’agenda, una sorta dì programmazione della giornata, ora per ora, per non ritrovarci senza “cose da fare”.

ESEMPIO:

1) mantenere sempre la stessa  colazione. Non inventiamoci colazioni da hotel, da vacanza, da super hotel…NON SIAMO IN FERIE, per cui, per mantenere la stabilità dobbiamo riprodurre la routine. Continuare con il solito caffè e pane e marmellata e quello che è….

2)dalle 10/11: movimento con schede, seguire le routine preparate da Giovanna…

3) fissare attività da svolgere con bimbi: schede di lettura/ schede di gioco ( scrivere proprio quello che si vuole fare…)

4)ATTIVITÀ CUCINA: non buttarsi su torte/biscotti/pizze/ pasta. Scovate ricette originali e light con base di legumi o pesce ( che non avete mai temo di fare), proponete cibi nuovi..e fatevi aiutare.

5) tempo tv e tablet: bisogna proprio fissare quando poterle svolgere e per quanto tempo. Non di più.

6) TEMPO PER SE STESSI: vestirsi sempre, scrivere cosa mettersi e se docciarsi. RICORDATEVI, SCRIVERE AIUTA SEMPRE, FOCA,IZZATE MEGLIO GLI OBIETTIVI.

 

IN QUESTO MOMENTO DI GRANDE PREOCCUPAZIONE FORSE SONO BANALITÀ E STUPIDAGGINI….MA TUTTI ABBIAMO BISOGNO DI EQUILIBRIO E FORSE QUESTO PUÒ AIUTARE

BUONA DOMENICA A TUTTI