Quell’ estate che non aiuta le diete……

Per tutto l’inverno non si fa altro che desiderare l’arrivo dell’estate. 4 brevissimi e intensissimi mesi nel quale si programma di ogni.

Se arriva la bella stagione ho intenzione di….

  • Andare a camminare tutte le sere (tanto le giornate sono lunghe e anche alle 21 c’è luce);
  • Bere tantissimo, almeno 3 litri al giorno, acqua fresca senza aromi, (tanto in esatte fa caldo e si ha proprio bisogno di bere di più);
  • Rinunciare ai panificati e alla pasta (assolutamente non mangerò mai la pasta, chi mette su l’acqua con 40 gradi fuori);
  • Ridurre le calorie ingerite (il caldo toglie la fame: la massima stagionale più sentita in ambulatorio).

 

Bene, questi sono solo alcuni esempi di buoni propositi che il 90% dei miei pazienti mi propina ad ogni controllo. Se arriva la bella stagione e l’estate ….i risultati saranno garantiti.

Peccato che la realtà è completamente opposta. Almeno per la mia esperienza personale.

Partiamo dal primo punto.

  1. ANDARE A CAMMINARE. Si aspetta veramente l’inizio dell’estate e della bella stagione per mettere in pratica tutti i buoni propositi legati all’attività fisica. Al di la del fatto che dal divano a svolgere attività tutti giorni, non è un passaggio semplice e neanche ideale, la realtà dei fatti è completamente opposta. Ovvero, la camminata o la corsa diventa qualcosa di impraticabile in estate, almeno per chi non HA UNA MOTIVAZIONE ECCELLENTE. In estate le temperature si alzano molto e quindi bisogna programmare il movimento nelle prime luci del giorno (già alle 6.30 è tardi) oppure molto tardi (oltre le 21.30). E vi posso assicurare che rinunciare a una bella uscitina estiva per iniziare a camminare non è facile. Quindi la cosa fondamentale è iniziare a darsi obiettivi fattibili: magari programmare una passeggiata al mare (invece che spiaggiarsi sul lettino)/ una nuotata fino alla boa o organizzarsi attività in casa, come programmi Tabata, con l’aria condizionata accesa!!!
  2. BERE ACQUA. Credetemi se vi dico che in estate un grossissimo problema che riscontro con i miei pazienti è l’acqua. Ma perché? Perché in estate si perde la regolarità dell’ufficio, del lavoro, della quotidianità. L’estate è corta e piene di vacanze e per questo si cerca di viverla alla massima velocità. Si esce di casa, si va al mare, in piscina….e quindi non si ha la scrivania con LA BOTTIGLIA DELL’ACQUA. Fa caldo e si ha sete ma molto spesso non si ha l’acqua. In più si cercano alternative più gustose rispetto alla semplice acqua. Ricordatevi che tè in bottiglia, succhi di frutta, bevande gassate sono una delle prime cause di obesità. Sono solo fonte di zuccheri e niente più. Limitatevi all’acqua, CONTATE ALMENO 15 BICCHIERI AL GIORNO. Nella sacca della spiaggia bisogna sempre avere la bottiglia piena. Vanno benissimo anche tisane fredde o carcadè.
  3. NO CARBOIDRATI. Eccoci qua al proposito numero 1 estivo. Abolita la pasta e qualsiasi cosa da immergere in acqua bollente. Questo accorgimento per molte persone rappresenta il vero rito di iniziazione al DIMAGRIMENTO!Ma in realtà, come sempre cerco di spiegare, non è la pasta in sè che ingrassa, ma cosa ci va dietro (pezzo di formaggio/pezzo di salame/3 bicchieri di vino ecc.). Anzi, io cerco di favorire l’uso dei cereali, sopratutto interi come orzo/farro/quinoa ecc a pranzo seguiti da una proteina nobile e poco salata (pesce bianco/carne di pollo/ uova ecc). Inoltre, se a pranzo eliminate tutte le forme di carboidrato immergibile in acqua, poi….si avrà la solita insalata ricca in grassi animali e sopratutto in pane e panificati (MOLTO MOLTO PEGGIO).
  4. NO CALORIE. Certo, infatti nei 3 mesi estivi, il nostro corpo ci ciberà non di calorie derivanti da alimenti soliti…ma purtroppo derivanti da alimenti liquidi e molto calorici. Nella maggiore parte delle occasioni quello che succede è ridurre il pranzo e la cena a solo frutta o verdura per poi…..sfasciarsi in aperitivi/bevute e piu ne ha piu ne metta. Assolutamente non si mangia, ma si beve. Ecco questo è il vero flop estivo: APERITIVO! Io sono la prima che ama l’aperitivo (sarei bugiarda se scrivessi il contrario), ma, evito di arrivarci a stomaco vuoto o solo con una fruttina sulla pancia. Anche questo è un errore classico, che in molti pazienti incappano! Non bisogna ridurre le calorie della giornata stessa o precedente, bisogna cercare di compensare in modo ragionato nelle giornate seguenti. Se martedì ho esagerato con 2 birre e qualche stuzzichino, il mercoledì e giovedì saranno di depurazione, con pesce bianco e verdura cotta a pranzo e cena e colazione proteica. Solo acqua per il resto della settimana e molto moto….molto!!!!
  5. IO ADORO L’ESTATE. Io sono la prima che vuole godersi l’estate, il caldo e la socialità ….ma cerco sempre di ragionare in compensazione. Non mollate sul movimento, mai, anche il minimo ma bisogna farlo (bagno in mare, camminata, corsetta, schede); non togliete i pasti principali (colazione/pranzo/cena sempre); quando si può ELIMINARE ALCOL.

Detto questo auguro a tutti una buona estate e vi ricordo che dal 14 agosto al 4 settembre non ci sarò…..vado a ricaricare bene le batterie!

BUONA ESTATE A TUTTI

MARTA